ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

E/U23 – Due giorni di Montecassiano: una corno farà da prologo

Montecassiano (Macerata)mercoledì 27 febbraio 2019 - Appuntamento alle 10,30, nel centrale Auditorium San Marco (piazza Unità d’Italia). Sabato 2 marzo, si tiene la vernice: classica come la manifestazione che illustra nella sua pienezza, il Gran Premio San Giuseppe.

LA MILANO – SANREMO marchigiana degli under 23 – élite – professionisti continental

tornerà a giocare al raddoppio (in vista dei primi sessant’anni, da festeggiare nel 2020).

Sarà infatti DUEGIORNI DI MONTECASSIANO quella che si disputerà sabato 23 e domenica 24 marzo, con il meglio del movimento cadetto in sella.

SUL SOLCO storico (vedi il Trofeo Edilizia Mogetta, vinto anche dall’iridato Malori, dallo spagnolo De Sarraga e dall’osimano Lasca) verrà inserita l’inedita CRONOMETRO: prima delle due prove.

LA DENSA ‘quarantottore’ è scontatamente ancora pensata e allestita dal locale Velo Club, affiancato dall’intera comunità montecassianese, con gli amministratori e i membri della Pro Loco in prima fila, all’insegna del ‘tutti in grupo compatto’.

SECONDA TAPPA costituita dalla sfida concepita 59 anni fa in onore del patrono cittadino, sullo spettacolare ondulato anello a “otto” di Montecassiano.

NELLE PAGINE dell’immancabile pubblicazione illustrativa del doppio allestimento pulsano il cuore e la memoria della cittadina maceratese sui pedali.

Campione in carica: il bresciano FILIPPO TAGLIANI-sprint, su JALEL DURANTI (dominatore del 27° Cappello d’Oro), Umberto Marengo, Paolo Totò, Francesco Baldi.

L’ALBO D’ORO ed il suo podio, in particolare, costituiscono summa e somma di personaggi, miti e speranze del ciclismo: dal filottranese OLIVO LANCIONI (1959) alla poi maglia rosa FRANCO CHIOCCIOLI (1981)

al poi azzurro e ‘Sempre-in-fuga’ FABIO ROSCIOLI (1986)

all’autore della storica doppietta ENRICO BATTAGLIN (2011 – 2012)

al poi pluri-iridato inseguitore FILIPPO GANNA

al sempre talentuoso nazionale GIANNI MOSCON (per ora: bronzo nel secondo  Lombardia di Nibali, quarto alla Parigi-Roubaix, quarto e quinto al Mondiale…)

Tra gli ultimi ad alzare le braccia: NICOLA BAGIOLI nel 2016 (secondo al recente Trofeo Laigueglia,  dietro SIMONE VELASCO, già bel coprotagonista e bel sesto nel ‘S.Giuseppe’ del 2015).

La presentazione è di nuovo crocevia di progetti e iniziative, che concretizzano appieno lo spirito del progetto Ruote e Cultura,  documentando l’elevato impegno etico intergenerazionale.

Si apre con l’emblematico passaggio del testimone da GRAZIANO PALLOTTO a ENRICO VISSANI. 

Ovvero il presidente di lungo corso che lascia la carica (ma rimane operativamente) a beneficio del giovane nuovo massimo dirigente veloclubiano (esemplarmente già brillante atleta e consigliere dello stesso sodalizio).

Non cambiano i pilastri della vicepresidenza: Sergio Latini, Ezio Cingolani.

Saluto portato dal sindaco Leonardo Catena. 

MAGLIA DEL ‘CAPPELLO d’Oro – Memorial Paolo Piazzini’ (prestigioso circuito di cui Montecassiano è sito simbolo) consegnata al Velo Club Montecassiano da patron Demetrio Iommi, presidente della Sangemini – Trervigiani – Kg. K Vis – Vega. (umberto martinelli)

 

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online