ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

VARIE - Fanini batte Cipollini per l’ennesima volta

Venerdì 5 luglio 2019 - Uno “sprint” diciamo regolato con netta efficacia quello che ha metaforicamente visto trionfare Ivano Fanini su Mario Cipollini. La strada però non è quella di una talpa del giro d’Italia, bensì l’aula di un Tribunale, luogo che ultimamente ha visto molte volte protagonista il famigerato Re Leone.

Per Mario è l’ennesimo passaggio giudiziario in negativo, in una contesa che da anni vede contrapposti proprio il noto ex campione del mondo ed il suo scopritore, patron del più “antico” team professionistico al mondo, Amore & Vita – Prodir.

Di fatto il Tribunale di Lucca in persona del Giudice Enrico Fontanini, con sentenza del 26 giugno ha nuovamente ribaltato il credito vantato da Fanini nei confronti di Cipollini, con una sentenza immediata e tranciante le ragioni che Cipollini aveva dedotto a fondamento della sua ostinata e rinnovata opposizione agli atti giudiziari che l’avvocato difensore di Fanini, Ignazio Salerno dello Studio Legale Salerno di Lucca , aveva scrupolosamente e dettagliatamente addotto a tutela del parton di A&V.

Pertanto l’opposizione formulata dall’avvocato Giuseppe Napoleone, difensore di Mario Cipollini, alla sentenza che lo vedeva obbligato a riconoscere al suo ex patron una somma di oltre euro 50.000, più le spese legali, per non aver rispettato i precedenti contratti, è stata a tutti gli effetti rigettata e Cipollini si trova costretto a pagare (cosa mai avvenuta in precedenza nonostante le numerose sentenze).

Come anticipato, questa è una “corsa” che dura da più di trent’anni e che fino ad oggi ha visto sempre vincere Ivano Fanini.

Ricapitolando i fatti che hanno portato a questa Guerra dei Roses, Cipollini dopo aver corso in maglia Fanini dall’età di 6 anni fino alle categorie dilettanti, a 18 anni aveva firmato un contratto per passare professionista alla corte di Fanini, un contratto che non ha mai rispettato e per il quale era stato condannato a pagare un risarcimento danni. Soldi che non sono mai stati corrisposti a Fanini ma si era giunti ad un nuovo accordo per il quale Cipollini avrebbe dovuto correre il suo ultimo anno di carriera con la casacca di Amore & Vita. Anche questo accordo però come tutti sanno non è mai stato rispettato. A questo punto l’ex campione Lucchese, considerato ancora oggi ad molti e soprattutto da Fanini come il velocista più forte di tutti tempi, sarà costretto a mettere mani al portafogli. Tra l’altro, presunte “giustificazioni” dell’ex campione che anche avanti l’A.G. Penale erano state ritenute destituite di ogni fondamento all’atto in cui proprio Cipollini aveva inteso “azionarle” a carico del suo mentore e ormai ex vecchio amico. Assolto pienamente da ogni accusa mossagli da una persona alla quale aveva per lunghi anni riservato affetto ed amicizia, Ivano Fanini ha citato Cipollini per calunnia ed una nuova battaglia legale andrà in scena in data 10 settembre presso il Tribunale di Verona . Insomma una storia infinita che però ha sempre visto trionfare a braccia alzate e il patron di Amore & Vita – Prodir, e si può affermare senza tema di smentite, che le “competizioni in giudizio” probabilmente non sono proprio pane per i denti, forse ormai spuntati di un “antico” Re Leone. (cs)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online