ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

VUELTA 2019 A Kuss l'arrivo in salita al Santuario del Acebo. Roglic conserva la roja

photo@Bettini

photo@Sarah Meyssonnier

photo@Sarah Meyssonnier

Santuario del Acebo (Spagna)domenica 8 settembre 2019 - L’americano Sepp Kuss è il vincitore della 15. tappa della Vuelta con arrivo al Santuario del Acebo dopo 154,4 km e un’ascesa finale di circa 8 km. I big corrono una frazione a sé, con il campione del mondo Valverde che è l’unico a provare a mettere in difficoltà Roglic, ma lo sloveno reagisce di nuovo senza difficoltà. Ancora staccati Lopez e Quintana che non riescono a reagire all’attacco dello spagnolo e dello sloveno.

Le montagne e le salite che alla vigilia si pensava dovessero mettere in difficoltà Primoz Roglic ancora una volta si rivelano buone alleate dello sloveno in maglia rossa. La 15.a tappa della Vuelta presenta diverse ascese, compresa quella finale per arrivare al traguardo con pendenze medie intorno al 10% e una lunghezza complessiva di poco meno di 8 km. Eppure per tutta la corsa tra i big non succede praticamente nulla, la classica fuga di giornata viene lasciata andare dopo qualche titubanza iniziale e alla fine a togliersi la soddisfazione del primo successo in un grande giro è l’americano Kuss della Jumbo Visma. Il gruppo, invece, per tutta la giornata non impone un’andatura esagerata, tanto che i velocisti riescono a rimanere a contatto, nonostante i Gpm disseminati sul percorso, fino all’ultima salita. Lì dove ci si aspetta un’iniziativa coordinata da parte di Valverde, Quintana e Lopez per provare a scalfire la leadership di Roglic. L’unica azione, invece, è quella dello spagnolo, campione del mondo, che a 39 anni prova a scattare nel finale per vedere che cosa succede dietro di sé. Roglic non si distrae e in un attimo è di nuovo a ruota di Valverde, ma a questa coppia non si aggiunge nessuno. Lopez resta indietro, chi affonda è però Quintana che si stacca pure dal connazionale e da scalatore puro quale è si ritrova a soffrire in salita. Valverde e Roglic percorrono i chilometri che li separano dal traguardo in coppia, guadagnando entrambi sugli altri rivali della classifica generale. Lo sloveno rimane così in controllo assoluto della maglia rossa di leader della generale, per tutti gli altri invece ora c’è un’occasione in meno per provare a cambiare gli scenari della Vuelta 2019.


ORDINE D’ARRIVO 15. tappa

1° Sepp Kuss (Jumbo Visma)

km 154,400 in 4h19'04"media 35,759 km/h

2° Ruben Guerreiro (Katusha Alpecin) a 39"

3° Tao Geoghegan Hart (Team Ineos) a 40"

4° Oscar Rodriguez (Euskadi) a 53"

5° Mark Padun (Bahrain Merida) a 1'49"

6° Ben O'Connor (Dimension Data) a 2'05"

7° Lawson Craddock (EF Education First) a 2'11"

8° Primoz Roglic (Jumbo Visma) a 2'14"

9° Alejandro Valverde (Movistar)

10° Sander Armée (Lotto Soudal) a 2'48"


CLASSIFICA GENERALE

1° Primoz Roglic (Jumbo Visma)

2° Alejandro Valverde (Movistar) a 2'25"

3° Tadej Pogacar (Uae Team Emirates) a 3'42"

4° Miguel Angel Lopez (Astana) a 3'59"

5° Nairo Quintana (Movistar) a 5'09"

6° Rafa Majka (Bora Hansgrohe) a 7'14"

7° Nicolas Edet (Cofidis) a 9'08"

8° Wilco Kelderman (Sunwev) a 9'15"

9° Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal) a 9'44"

10° Hermann Pernsteiner (Bahrain Merida) a 11'39"

 

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online