ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

PRO – Cimolai raccoglie fondi per le terapie intensive: «Sui rulli per solidarietà e ora posso sognare la Sanremo»

Sabato 18 aprile 2020 - Accompagnerà virtualmente Paola Gianotti, ultracycling di livello, in un tentativo di record mondiale: l'atleta azzurra proverà a pedalare sui rulli per 12 ore filate tentando di percorrere virtualmente 350 km, raccogliendo così fondi per le terapie intensive ancora nel pieno dell'emergenza coronavirus. Davide Cimolai, 30enne pro’ di Fontanafredda della Israel Start-Up Nation prova così a rendersi utile aspettando il giorno in cui alle pedalate virtuali si sostituiranno quelle vere, su strada, aperitivo indispensabile alla ripresa di una stagione ciclistica che per lui doveva rappresentare il ritorno in grande stile nella nobiltà del ciclismo, in quel gruppo di squadre e di corse World Tour da cui era rimasto lontano un anno fa nella prima, positivissima esperienza, con la maglia del team israeliano, ora promosso di categoria.

«Tra allenamenti duri sui rulli grazie all’applicazioni come Twift, dirette Instagram o Facebook il tempo passa che è una meraviglia. Io sto bene, cerco di allenarmi e rilassarmi e, se posso aiuto chi ne ha bisogno».

E le corse? I calendari per la ripartenza prendono forma, dopo il Tour a fine agosto, il Giro in ottobre ecco le prime indiscrezioni sulle classiche: Sanremo a inizio agosto, Roubaix a Ferragosto, Fiandre e Liegi forse durante la corsa rosa in ottobre.

«Vedremo, appena si potrà uscire in allenamento la situazione sarà più chiara, occorrerà almeno un mese fatto bene prima delle corse. È chiaro che la Sanremo sarà un obiettivo fondamentale poi, chissà, il Tour, ma anche il Giro con la tappa di casa a Piancavallo. Tuttavia, meglio andare per gradi, questa situazione non ha precedenti».

Oggi "rulli benefici".

 «Mi hanno allestito anche un omino con la divisa della squadra, dovrò accompagnare Paola per una trentina di minuti, sarà piacevole. In attesa di poter uscire in bici e divorarmi la prima salita del Cansiglio di primavera».

Chiusura in rosa: dopo la fine burrascosa del matrimonio-lampo al termine del Giro 2019, nel cuore di Davide spunta una giovine di nome Alessia. Non di sola bici vive il ciclista. (antonio simeoli – messaggero veneto)

 

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online