ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

PRO – Sanremo ridisegnata. Vegni deluso: «Sarà più dura ma bellissima»

Martedì 29 luglio 2020 - Una Milano-Sanremo ridisegnata ma comunque «bellissima». Mauro Vegni è «deluso» per il trattamento ricevuto, ma non ha dubbi sul nuovo percorso della 'Classicissima, che l'8 agosto per la 111esima edizione abbandona la salita del Turchino e la filastrocca dei tre Capi (Mele, Cervo, Berta) per virare per la prima volta nella storia verso il Piemonte e scollinare su Imperia attraverso il Col di Nava per concludersi poi con le scalate della Cipressa e del Poggio.

«Quest'anno è una corsa leggermente più dura e non escludo attacchi da lontano, alla Coppi, da ciclismo antico». Una scelta obbligata quella degli organizzatori: il mancato accordo con alcuni sindaci della provincia di Savona, preoccupati per la gestione della sicurezza e per la congestione del traffico nel weekend prima di Ferragosto, hanno costretto a varare una corsa completamente diversa da quella canonica. Le polemiche non si placano e non è detto che dal 2021 si torni sul percorso originario, soprattutto qualora questo esperimento dovesse piacere a corridori e squadre.

«Per la Riviera - spiega all'Ansa il direttore dell'Area Ciclismo di Rcs Sport, che anticipa anche la novità delle 27 squadre al via con appena 6 corridori per team - è un'occasione persa. Ed invece alcuni sindaci non hanno avuto la volontà di organizzare. C'è amarezza, è passato il messaggio che questa Milano-Sanremo avrebbe fatto scappare i turisti».

Restano però momenti frenetici per organizzare tutte le corse in programma, in un calendario stravolto dal Coronavirus. Domani con un evento in streaming verrà svelato il nuovo percorso del Giro d'Italia, in programma dal 3 al 25 ottobre: la Grande Partenza è prevista in Sicilia con quattro tappe e la cronometro di Monreale, mentre l'arrivo resta confermato a Milano. Novità anche per Strade Bianche (1. agosto), Milano-Torino (5 agosto), GranPiemonte (12 agosto) e Tirreno Adriatico (7-14 settembre):

Eolo sarà il nuovo sponsor di queste grandi classiche del nostro ciclismo. Uno sport che, secondo Vegni, può rappresentare «uno spot mondiale per tutta l'Italia» dopo la terribile pandemia. Gli organizzatori hanno dovuto rivoluzionare in fretta e furia il tradizionale percorso dopo le proteste di alcuni sindaci della provincia di Savona, preoccupati per la sicurezza dei turisti lungo l'Aurelia e per il traffico dell'8 agosto. Per questo la corsa taglierà fuori il Turchino per dirigersi verso il Piemonte - toccando la

Lomellina, la città di Alessandria, il Monferrato, le Langhe - per poi scollinare verso Imperia attraverso il Col i Nava, mantenendo però invariati gli ultimi 36 chilometri, con Cipressa e Poggio.

«C'è amarezza - aggiunge Vegni -, è passato il messaggio che questa Milano-Sanremo avrebbe fatto scappare i turisti. Per noi era impossibile garantire le misure di sicurezza richieste. Non posso escludere che il nuovo percorso possa essere confermato in futuro ma non sarebbe una ripicca: vedremo le risposte e le sensazioni degli atleti». Vegni rivela inoltre di aver ricevuto nelle ultime ore «diverse telefonate» da alcuni sindaci liguri, dispiaciuti per le modifiche del percorso: «Ma in altre zone mancava la voglia di organizzare questa corsa e per forza, si dice dalle mie parti, non si fa nemmeno l'aceto».

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online