ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

TOUR 2020 Bis del fenomeno Van Aert. Yates sempre maglia gialla

Lavaur (Francia) - venerdì 4 settembre 2020 - Wout van Aert (Team Jumbo-Visma) vince in volata la settima tappa del Tour de France 2020, davanti a Edvald Boasson Hagen (NTT) e Bryan Coquard (B&B Hotels-Vital Concept). A 30 km dal traguardo di Lavaur, l’azione della Ineos spezza il gruppo, mettendo in difficoltà big come Richie Port, Mikel Landa e Tadej Pogacar, che perde la maglia bianca a favore di Egan Bernal. Adam Yates (Mitchelton-Scott) rimane saldamente maglia gialla.

È stata sicuramente la tappa più appassionante di questa prima settimana del Tour de France 2020. Arriva in volata il terzo successo per la Jumbo-Visma che, grazie alla doppietta del belga Wout van Aert, si porta a casa la settima frazione del giro francese, che partiva da Millau per arrivare a Lavaur, per un totale di 168 km complessivi.

Si accende la battaglia, nonostante l’assenza di grandi montagne. A circa 100 chilometri dall’arrivo ci prova in solitaria Thomas De Gendt (Lotto Soudal), ma la sua azione dura ben poco. Succede di tutto con i ventagli: il gruppo cambia ritmo a 30 km dal traguardo sotto l’impulso del Team Ineos Grenadiers, che provoca la perdita di numerose unità. Grazie al vento laterale, dà una mano anche Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) e il plotone si spezza in tre gruppi: cadono nella trappola uomini di classifica come Tadej Pogacar (sfortunato per una foratura), Mikel Landa, Esteban Chaves, Bauke Mollema e Richie Porte, oltre a Matteo Trentin, che avrebbe fatto la volata al traguardo. Anche Richard Carapaz resta attardato a causa di un problema meccanico.

Si rivoluziona così la classifica generale, con il gruppetto Pogacar-Landa che si trova ora a circa un minuto e mezzo dalla maglia gialla. Si arriva quindi alla volata finale: Alaphilippe rischia la collisione con Jasper Stuyven, problema meccanico per Peter Sagan e così vince facile van Aert, che fa il bis dopo la tappa di mercoledì. Adam Yates (Mitchelton-Scott) conserva la maglia gialla; Egan Bernal (Ineos) si prende quella bianca ai danni di Pogacar.


ORDINE D’ARRIVO tappa

1° Wout Van Aert (Jumbo Visma)

km 168 in 3h32'03" media 47,540 km/h

2° Edward Boasson Hagen (NTT Pro Cycling)

3° Bryan Coquard (B&B Hotels)

4° Christophe Laporte (Cofidis)

5° Jasper Stuiven (Trek Segafredo)

6° Clement Venturini (Ag2r La Mondiale)

7° Hugo Hofstetter (Israel Start Up Nation)

8° Egan Bernal (Ineos)

9° Adam Yates (Mitchelton Scott)

10° Alejandro Valverde (Movistar)

CLASSIFICA GENERALE:

1° Adam Yates (Mitchelton Scott)

2° Primoz Roglic (Jumbo Visma) a 3"

3° Guillaume Martin (Cofidis) a 9"

4° Egan Bernal (Ineos) a 13"

5° Tom Dumoulin (Jumbo Visma)

6° Romain Bardet (Ag2r La Mondiale)

7° Miguel Angel Lopez (Astana)

8° Thibaut Pinot (Groupama FDJ)

9° Julian Alaphilippe (Deceuninck Quick Step) a 15"

10° Emanuel Buchmann (Bora Hansgrohe) a 22"

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online