ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

E/U23 – Vicenza-Bionde: 27 team a caccia dell’edizione n° 76


Ponsacco (Pisa) - martedì 13 ottobre 2020 - Sono serviti alcuni mesi di attesa in più rispetto alla tradizione ma anche l'edizione numero 76 della Vicenza-Bionde ha visto finalmente la luce; in una stagione segnata in maniera indelebile dal Covid-19 la classica delle due province si correrà domenica 18 ottobre su di un tracciato nuovo rispetto alla tradizione ma comunque affascinante e ricco di spunti di interesse.

A svelare tutti i dettagli della Vicenza-Bionde che si correrà "fuori stagione" sono stati, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi a Soave (Vr), gli uomini dell'Us Bionde capitanati dal presidente Filippo Scipioni, affiancato dai vice Ettore Isoli e Fabiano Fadini nonchè dall'appassionato ed infaticabile Paolo Cazzola.

"Quest'anno purtroppo le incognite e i problemi ci hanno accompagnato per mesi: voglio ringraziare prima di tutto i comuni attraversati dalla corsa, la Provincia e la Prefettura di Verona per la collaborazione che ci hanno assicurato nell'allestimento di questo evento in tempo utile e nel rispetto di tutte le nuove normative" ha esordito Filippo Scipioni. "Nonostante il lungo lockdown, abbiamo deciso, supportati dai nostri sponsor, di andare avanti e di riproporre a fine stagione la nostra corsa. Abbiamo adeguato tutti i nostri protocolli organizzativi per far fronte a questa emergenza e abbiamo scelto un tracciato più ridotto nella parte in linea per avere la possibilità di monitorare tutto il percorso e garantire che si possa correre in sicurezza. Siamo onorati dell'accoglienza che ci ha riservato Soave e ritengo che quella di domenica sarà una partenza molto suggestiva e ricca di significati importanti per tutti".

Soave, città di storia e del vino, è stata scelta non a caso per questo sontuoso vernissage: domenica, infatti, in una sorta di gemellaggio tra Salizzole, città che diede i natali a Verde, madre di Cangrande della Scala, e Soave che rappresenta una delle più significative espressioni della potenza degli Scaligeri, il via sarà dato proprio dalla città del primo cittadino Gaetano Tebaldi che, insieme al consigliere con delega allo sport Angelo Dalli Cani ha accolto con piacere la proposta del sodalizio giallo-verde: "Da sempre Soave è una delle località toccate da questa grande classica: siamo felici di poter ospitare quest'anno addirittura la partenza di una corsa che vuole essere un forte segnale di ripartenza e ripresa nonostante il difficile periodo che stiamo attraversando a causa del Coronavirus. Quando gli uomini dell'Us Bionde ci hanno prospettato questa possibilità l'abbiamo accolta con entusiasmo perchè si tratta di una occasione unica e perchè conosciamo la professionalità di questo gruppo organizzatore che saprà garantire che il tutto si svolga nella massima sicurezza per gli atleti e per il pubblico" ha spiegato Tebaldi.

Partenza, quindi, fissata a Soave alle ore 13 in punto. 150 i chilometri totali dell'edizione 2020 della Vicenza-Bionde che vedranno gli atleti al via scollinare dopo una decina di chilometri sul GPM del Monte Tabor ad Illasi per poi scendere verso Salizzole ed imboccare il circuito finale che sarà ripetuto per sette volte.

Una edizione tutta veronese quella varata questa mattina alla presenza del vice-presidente della Provincia di Verona, David Di Michele: "Gli appassionati delle due ruote non potevano rinunciare ad una classica come la Vicenza-Bionde. E' quindi con grande piacere che apprezziamo l'impegno messo in campo dall'Us Bionde per allestire anche quest'anno la corsa che fa parte della nostra tradizione".

A portare il saluto della Fci è stato il presidente Diego Zoccatelli anche in rappresentanza del vice-presidente regionale Gianluca Liber: "Come Federazione abbiamo fatto tutto il possibile perchè, dopo il lockdown, potesse ripartire l'attività delle nostre società. In Veneto e a Verona abbiamo la fortuna di poter contare su persone appassionate come Filippo Scipioni e il suo staff che anche di fronte alle grandi difficoltà create dal Covid-19 hanno saputo reagire".

In prima fila anche Gianni Tebaldo, presidente onorario della Autozai Contri, tra i sostenitori della regina delle classiche in linea per Under 23; a presentare i dettagli tecnici sono stati, infine, i direttori di corsa Claudio Rigo e Mara Sega: "I protocolli anti-covid hanno imposto nuovi oneri per gli organizzatori ma sono stati anche l'occasione per alzare l'asticella del livello organizzativo. La Vicenza-Bionde da sempre rappresenta una delle eccellenze del calendario nazionale e, anche quest'anno, abbiamo lavorato per far si che tutto si possa svolgere in sicurezza e per scongiurare ogni rischio collegato al diffondersi del Coronavirus".

27 le formazioni al via, tra cui figurano tutte le migliori del panorama nazionale a cui si sono aggiunte la svizzera Vc Mendrisio, la francese Chambery Cyclisme e la russa Lokosphinx, vincitrice dell'ultima edizione.


LE 27 SQUADRE ISCRITTE:

Cattoli Andrea

Cycling Team Valcavasia

Pedale Scaligero

Sissio Team

Beltrami Tsa Marchiol

Biesse Arvedi Asd

Casillo - Petroli Firenze - Hoppla'

Chambery Cyclisme (Francia)

Ctf

Gallina Colosio Eurofeed

General Store -Essegibi-F.Lli Curia

Hicari Cablotech Biotraining Ct

Iseo Rime Carnovali

Lokosphinx (Russia)

Named - Rocket

Northwave – Siatek - Olmo

Ntt Continental Cycling Team

Rezzesi - Macofin - Reartu

Valle Seriana - Cene A.S.D.

Stipa Milano Fonte Collina

Team Colpack Ballan

Team Gaiaplast Bibanese

Team Stipa Milano

Trentino Cycling Team U23

Mendrisio (Svizzera)

Velo Racing Palazzago

Work Service Group Dynatek Vega

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online