ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

GIRLS Fabretto chiude il binomio con Astana dopo sei stagioni

La messicana Yareli Salazar - photo@velofocus

Lunedì 30 novembre 2020 - Quando ci si appresta a vivere un capitolo nuovo e affascinante di una lunga storia, la cosa fondamentale è riuscire a chiudere quello precedente nel migliore dei modi, soprattutto se ha rappresentato una parte importante di quell'avventura. Questo è quanto accaduto nei giorni scorsi ad Aguascalientes dove erano in programma i campionati messicani su pista: protagonista assoluta della rassegna in campo femminile è stata Yareli Salazar che in sei gare disputate ha conquistato cinque medaglie d'oro (Inseguimento, Corsa a Punti, Eliminazione, Madison e Omnium) ed una di bronzo (Scratch), un ottimo punto di partenza per la lunga stagione che la porterà fino ai Giochi Olimpici di Tokyo della prossima estate.

Ma questi successi ottenuti da Yareli Salazar hanno anche un significato maggiore, perché sono gli ultimi dello storico team italiano presieduto da Maurizio Fabretto sotto la denominazione di Astana Women's Team. A partire dal 1° gennaio 2021 la squadra continuerà la propria attività internazionale per quella che sarà la sua ventiseiesima stagione consecutiva nel mondo del ciclismo femminile, ma dopo sei anni le strade della società e del famoso gruppo sportivo kazako si separeranno: in questo arco di tempo sono arrivate complessivamente 48 vittorie in corse del calendario UCI in quattro continenti diversi, più altri piazzamenti e risultati di grande valore.

«In tutti questi anni - ha dichiarato il presidente Maurizio Fabretto - è stato per noi un motivo di grande vanto portare in giro per il mondo un nome prestigioso come quello di Astana: sono state sei stagioni molto intense, a volte ricche di difficoltà ma che ci hanno comunque portato delle belle soddisfazioni. Devo ammetterlo, ci dispiace un po' chiudere questo binomio al termine di una stagione così complicata e particolare, ma soprattutto senza essere riusciti a raggiungere traguardi e obiettivi ancora più alti di quelli che abbiamo conquistato: da parte nostra, però, siamo consapevoli di aver fatto il massimo possibile, non abbiamo rimpianti e siamo felici che il cerchio si sia chiuso con queste vittorie in Messico».

Nonostante la separazione dal gruppo Astana, il futuro è comunque roseo: « Adesso dobbiamo guardare avanti - aggiunge Fabretto - perché siamo già pronti a lanciarci in un'avventura ancor più ambiziosa e siamo più motivati che mai!». Nei prossimi giorni la squadra svelerà tutti i dettagli del nuovo progetto, dal nome del team alle atlete che andranno a comporre l'organico ufficiale.

A questo indirizzo è possibile scaricare un breve video per ripercorrere alcuni dei momenti migliori di questi sei anni assieme tra Asd Montello Sport e Astana: (renzo puliero)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online