ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

GIRO DONNE Il tappone del Matajur alla sudafricana Moolman-Pasio

foto@PMGSport BettiniPhoto

Monte Matajur (Udine) – sabato 10 luglio 2021 – È dominio di Ashleigh Moolman-Pasio (Team Sd Worx) nella tappa regina dell’edizione 2021 del Giro d’Italia Donne. Sono 122 i chilometri percorsi con partenza da Feletto Umberto e arrivo a Monte Matajur (Friuli Venezia Giulia) per un dislivello totale di 1.124 metri che hanno reso questa tappa la più dura della gara internazionale.

Una corsa resa entusiasmante da attacchi e contrattacchi con l’azione che ha come protagoniste la tricolore Elisa Longo Borghini (Trek Segafredo) e Ashleigh Moolman-Pasio (Team Sd Worx). La coppia rimane alla testa della corsa fino a 8 km dal traguardo dove è poi Moolman-Pasio a pedalare in solitaria e conquistare la vetta. Invano il tentativo del terzetto alle sue spalle, formato dalle sue compagne Demi Vollering, seconda poi sul podio a 1 minuto e 26, e da Anna van der Breggen, terza al traguardo, di chiudere sulla fuggitiva. Quarta classificata Marta Cavalli (Fdj Nouvelle-Aquitaine Futuroscope), prima tra le italiane e nuova maglia azzurra. Il Team Sd Worx bissa così la tripletta registrata sul podio della 2. tappa Boves/Prato Nevoso.

Per Ashleigh Moolman-Pasio, atleta sudafricana laureata in ingegneria chimica, nonché seconda classificata nell’edizione 2018 è la prima vittoria nell’edizione 2021.

“È stato incredibile – le parole di Ashleigh Moolman-Pasio -, questo è il mio decimo Giro e non ho mai vinto una tappa, sono arrivata solo seconda nella classifica generale, eppure vincere una tappa è davvero un’emozione speciale”.

CRONACA – Con una velocità sostenuta prende il via la 9. tappa. Nelle prime fasi della corsa in vista Letizia Borghesi (Aromitalia Basso Bikes Vaiano), Giorgia Vettorello (Top Girls Fassa Bortolo) e Asia Zontone (Servetto - Makhymo - Beltrami Tsa), che transita per prima sul primo Gpm di giornata. A metà percorso il ritardo del gruppo sulle tre battistrada sale a 3’22”. L’azione delle tre fuggitive è poi annullata. Nuovo tentativo di Ashleigh Moolman-Pasio (Team Sd Worx) con Elisa Longo Borghini (Trek Segafredo), che transita per prima sul secondo Gpm. Dopo 85 km il gruppo Maglia Rosa è forte di 35 unità: Lucinda Brand (Trek Segafredo), insieme a Elise Chabbey (Canyon Sram Racing), contrattaccano sulle due fuggitive senza successo. Quando mancano 25 km all’arrivo il vantaggio delle due di testa, Moolman-Pasio e Longo Borghini, è di 1’30”. Alle loro spalle Marta Bastianelli (Alé Btc Ljubljana) e Anouska Koster (Jumbo-Visma Women Team), si staccano dal gruppo e inseguono, ma il loro tentativo termina a 11 km dall’arrivo.

Quando mancano 8 km Longo Borghini si stacca, ripresa poi dalle immediate inseguitrici, ed è Moolman-Pasio a pedalare solitaria verso l’arrivo. Invano il tentativo del terzetto che insegue formato da Anna Van der Breggen, Demi Vollering e Marta Cavalli di raggiungere la fuggitiva.

 

TAPPA DI DOMANI - Domani, domenica 11 luglio, la 10. e ultima tappa da Capriva del Friuli a Cormòns. Con una tappa nella pianura friulana orientale, 113 km, si conclude il Giro d’Italia Donne 2021 in un territorio di confine da sempre caratterizzato da un’anima mitteleuropea, confluenza culturale tra la civiltà romanza, slava e germanica. La gara è composta da un anello che viene percorso per intero una volta e in versione ridotta per le seguenti due. Il tragitto inizia a Capriva del Friuli per proseguire verso Gorizia, città divisa tra Italia e Slovenia, la zona del Collio, celebre per la propria produzione vinicola e di ciliegie, e infine all’arrivo a Cormòns, ai piedi del monte Quarin. La partenza dell’ultima tappa è alle 12:15.


ORDINE D’ARRIVO 10. tappa

1. Ashleigh Moolman (SD Worx)

km 122,600 in 3h52'35" media 31.627km/h

2. Demi Vollering (SD Worx) a 1'26"

3. Anna Van Der Breggen (SD Worx)

4. Marta Cavalli (Fdj Nouvelle Aquitaine Futuroscope) a 1'39"

5. Lizzie Deignan (Trek Segafredo) a 2'14"

6. Mavi Garcia (Alè Btc Ljubljana) a 2'27"

7. Juliette Labous (Team Dsm) a 2'37"

8. Tatiana Guderzo (Alè Btc Ljubljana) a 2'46"

9. Niamh Fisher Black (SD Worx) a 2'56"

10. Evita Muzic (Fdj Nouvelle Aquitaine Futuroscope) a 3'25”


CLASSIFICA GENERALE

1. Anna Van Der Breggen (SD Worx)

2. Ashleigh Moolman (SD Worx) a 1'23"

3. Demi Vollering (SD Worx) a 3'05"

4. Elizabeth Deignan (Trek Segafredo) a 6'48"

5. Mavi Garcia (Alè Btc Ljubljana) a 8'06"

6. Marta Cavalli (Fdj Nouvelle Aquitaine Futuroscope) a 8'09"

7. Juliette Labous (Team Dsm) a 8'20"

8. Tatiana Guderzo (Alè Btc Ljubljana) a 8'52"

9. Niamh Fisher Black (SD Worx) a 9'24"

10. Gaia Realini (Isolmant Premac Vittoria) a 10'33"


LE MAGLIE

Maglia Rosa /Asg – Athletic Sports Group (Classifica Generale Individuale a Tempi) Anna van der Breggen  (Sdw - Team Sd Worx)

Maglia Ciclamino / Selle Smp (Classifica Generale Individuale a Punti) Anna van der Breggen (Sdw - Team Sd Worx)

Maglia Verde / Effebiquattro Milano (Classifica Generale GMP della Montagna) Lucinda Brand (Trek - Segafredo)

Maglia Bianca/ Fedegroup (Classifica Generale individuale a tempi Giovani) Niamh Fisher-Black (Sdw - Team Sd Worx)

Maglia Azzurra/ Gsg (Migliore Italiana della Classifica Generale Individuale a Tempi) Marta Cavalli (Fdj Nouvelle-Aquitaine Futuroscope)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online