ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

GIRO 2022 – Oldani, la “prima” da pro a Genova su Rota

photo@LaPresse

photo@LaPresse

photo@LaPresse

Genova giovedì 19 maggio 2022 – Stefano Oldani corona il suo sogno ottenendo a Genova, nella 12. tappa del Giro d'Italia, la sua prima vittoria da professionista. Il corridore della Alpecin-Fenix ha regolato in uno sprint molto combattuto il corregionale Lorenzo Rota e l'olandese Gijs Leemreize. Il terzetto era evaso a 56 km dall'arrivo da un gruppetto di 25 corridori che avevano attaccato dopo una prima ora di corsa a una velocità media di 55.3 km/h. Il gruppo Maglia Rosa, che per il nono giorno di fila rimane sulle spalle di Juan Pedro Lopez, ha chiuso a 9'08" e di questo gap ha approfittato Wilco Kelderman che è risalito al 13^ posto in classifica generale a 2'51" dal corridore andaluso.


I PROTAGONISTI

Il vincitore di tappa Stefano Oldani: “Con Lorenzo Rota scherziamo spesso in gruppo e oggi ci siamo detti di cooperare affinchè la fuga andasse in porto e giocarci tutto nel finale. Ho provato a non pensare a come avrei impostato la volata ed ha funzionato. La nostra strategia di squadra era di non ripetere l'errore di Napoli dove Mathieu [van der Poel] era da solo nella fuga e abbiamo rispettato il piano in quanto eravamo in tre. Ovviamente, io stavo lavorando per Mathieu, andando all'ammiraglia a prendere borracce e gel. Quando è partito l'attacco mi sono mosso per ostacolarlo ma non abbiamo visto più nessuno rincorrerci e siamo riusciti ad andare fino all'arrivo. Mathieu mi ha abbracciato forte all'arrivo, è fantastico essere in squadra con lui perchè da un campione del genere c'è tanto da imparare. Questa vittoria conferma che la Milano-Sanremo, la corsa dei miei sogni, può essere un obiettivo per il futuro in quanto mi difendo bene in salita."

 

La maglia rosa Juan Pedro Lopez Perez: “Stefano Oldani ha ottenuto ottimi risultati sin da quando abbiamo corso insieme nella Fundacion Contador. Mi sono divertito molto a correrci insieme, è un'ottima squadra per crescere. Ogni giorno sono sempre più stanco ma allo stesso tempo mi diverto sempre di più. A volte i miei compagni di squadra mi chiedono se ho bisogno di acqua o di gel ma mi sento un po' in imbarazzo a dire di sì perchè questo vorrebbe dire che devono tornare indietro fino all'ammiraglia ma allo stesso tempo è la responsabilità di correre da leader. La Maglia Rosa non cambia nulla nella mia vita, sono la stessa persona di tre anni fa, provo a divertirmi con il sorriso in faccia."


STATISTICHE

    Stefano Oldani vince la sua prima gara da professionista. Nessuno dei tre atleti che si sono giocati la vittoria aveva mai vinto tra i professionisti. Gijs Leemreize aveva vinto nel 2021 l'ultima tappa e la classifica finale della Ronde de L’Isard (cat.U23) mentre Lorenzo Rota aveva vinto nel 2015 la classifica finale del GIro Pesche Nettarine (cat.nazionale)

    Doppietta italiana (1° Oldani -2° Rota) in una tappa del Giro per la prima volta dalla tappa di Stradella dell’anno scorso (1° Bettiol, 2° Consonni).

    9^ maglia Rosa per Juan Perez Lopez, le stesse, tra gli altri, dei vincitori del Giro Gastone Nencini, Arnaldo Pambianco, Fausto Bertoglio, Andrew Hampsten, Nairo Quintana.


LA TAPPA DI DOMANI

TAPPA 13, SANREMO-CUNEO, 150 KM

Tappa con una sola salita, il Colle di Nava, nella parte iniziale seguita da un lungo attraversamento della piana cuneese. Lungo il Colle di Nava si superano diverse gallerie illuminate e tutte in salita. Arrivo in leggera ascesa.

Ultimi chilometri all’interno della città. Si superano alcune rotatorie su strade molto larghe, ben pavimentate e rettilinee nella prima parte. Entrati nel centro storico si percorrono 800m in pavé che portano dentro l’ultimo chilometro. Rettilineo di arrivo con pendenza media di circa 2.5%.


ORDINE D’ARRIVO 12. tappa

1° Stefano Oldani (Alpecin Fenix)

km 204 in 4h26’47’’ media 45.880 km/h

2° Lorenzo Rota (Intermarchè Wanty Gobert)

3° Gijs Leemreize (Jumbo Visma) a 2″

4° Bauke Mollema (Trek Segafredo) a 57″

5° Santiago Buitrago (Bahrain Victorious)

6° Wilco Kelderman (Bora Hansgrohe)

7° Lucas Hamilton (BikeExchange)

8° Andrea Vendrame (Ag2r Citroen) a 1’44”

9° Rein Taaramae (Intermarchè Wanty Gobert) a 1’49”

10° Ignatas Konovalovas (Groupama Fdj) a 2’55”


CLASSIFICA GENERALE

1° Juan Pedro Lopez (Trek Segafredo)

2° Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) a 12″

3° Joao Almeida (Uae Team Emirates)

4° Romain Bardet (Team Dsm) a 14″

5° Jai Hindley (Bora Hansgrohe) a 20″

6° Guillaume Martin (Cofidis) a 28″

7° Mikel Landa (Bahrain Victorious) a 32″

8° Domenico Pozzovivo (Intermarchè Wanty Gobert) a 54″

9° Emanuel Buchmann (Bora Hansgrohe) a 1’09”

10° Pello Bilbao (Bahrain Vistorious) a 1’23”


LE MAGLIE

    Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel - Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)

    Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, dedicata al Made in Italy - Arnaud Démare (Groupama-FDJ)

    Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Diego Rosa (Eolo-Kometa Cycling Team)

    Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo - Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online