ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

E/U23 La Sole Olmo rompe il ghiaccio al Frare De Nardi con il bergamasco Manenti

Vittorio Veneto (Treviso) sabato 18 giugno 2022 – Non poteva sperare in un miglior inizio della sua avventura in maglia turchese So.L.Me. – Olmo. Marco Manenti. Il bergamasco, al secondo anno tra gli Under23, coglie il suo primo successo nella categoria in una 68° M.O. Frare De Nardi dominata dagli atleti di patron Forcolin fin dalle battute iniziali. In una volata ristretta il passista di Treviglio si impone su Tommaso Bergagna del Pedale Scaligero e su un ottimo Marco Trevisol che completa la doppietta So.L.Me. – Olmo sul podio di Vittorio Veneto.

Il Frare De Nardi di quest’anno è stato condizionato da una giornata molto calda (un lontano ricordo l’arrivo del 2019 con la neve sul Fadalto) e purtroppo da una brutta caduta all’imbocco del lungolago a La Secca che ha visto coinvolti vari atleti della Valseriana e del Borgomanero che ha costretto direzione corsa e organizzatori a uno stop prolungato per permettere all’elisoccorso di trasportare un atleta al Ca’ Foncello di Treviso e ad altri di essere trasportati dalle ambulanze all’ospedale di Belluno. Dopo oltre un’ora gli atleti sono ripartiti con un percorso accorciato di poco più di trenta chilometri che però lasciava intatti i passaggi che si sapeva sarebbero stati decisivi.

Il treno turchese So.L.Me. – Olmo ha controllato la gara nel tratto bellunese e lungo i primi strappi di quello trevigiano verso Longhere, Tarzo e le Mire. All’imbocco del primo passaggio decisivo, su Ca’ del Poggio, scollina da solo in testa Andrea De Totto del Trentino Cycling Team, ma nella dozzina o poco più di inseguitori sono ben tre le maglie turchesi con Marco Manenti e Marco Trevisol in gran spolvero e Samuele La Terra Pirrè che si impegna nel tratto in discesa e sulla salita verso Castellich per rientrare sul fuggitivo. La corsa entra nella fase decisiva con l’ultima ascesa di giornata, verso San Lorenzo, e Trevisol stacca tutti di ruota andando a cogliere il suo secondo GPM di giornata con un piccolo vantaggio su una coppia di inseguitori – il compagno di squadra Manenti e Bergagna – che rientra su di lui lungo i tornanti della picchiata verso il traguardo. Una volata finale che poteva essere complicata, ma lo scalatore trevigiano si sacrifica per il neocompagno di squadra e si dimostra essere un ottimo ultimo uomo, permettendo a Marco Manenti (e a sé stesso) di tagliare il traguardo a braccia alzate e di festeggiare il successo di squadra completato dalla vittoria nella classifica dei Gpm di Trevisol e di Matteo Lava in quella dei traguardi volanti.

“Sono molto contento, sapevo di poter far bene oggi ma non mi aspettavo di poter vincere – le parole di Manenti a fine gara, – abbiamo fatto un gran lavoro di squadra fin dalla partenza e non ci siamo disuniti dopo la pausa forzosa. Oggi è toccato a me vincere grazie ai miei compagni di squadra, e già domani sono pronto a restituire l’impegno e gli sforzi che loro hanno messo oggi per me su corse che più si adattano alle loro caratteristiche. Sono arrivato da pochi giorni ma mi hanno da subito fatto sentire uno del gruppo, e questo mi ha permesso di prepararmi al meglio e di essere qui oggi a festeggiare, anche se mio padre non mi ha riconosciuto subito al telefono, forse non credeva fossi io a dirgli che avevo vinto”.


ORDINE D’ARRIVO

1° Marco Manenti (Solme Olmo)

km 114,800 in 2h35’35” media 44,272 km/h

2° Tommaso Bergagna (Pedale Scaligero)

3° Marco Trevisol (Solme Olmo)

4° Brayan Malaver Samaca (Campana Imballaggi Geo&Tex) a 15″

5° Lorenzo Visintainer (Campana Imballaggi Geo&Tex)

6° Enrico De Robertis (Uc Pregnana)

7° Marco Ceriani (Uc Pregnana)

8° Matteo Pellicari (Aries)

9° Matteo Sperandio (Campana Imballaggi Geo&Tex) a 30″

10° Simone Carrò (Aries)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online