ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

TRICOLORI CRONO Ganna e Longo Borghini confermano il titolo. Brinda anche Piganzoli



San Giovanni al Natisone (Udine) mercoledì 22 giugno 2022 – La conferma del pronostico, dei piemontesi Pippo Ganna (Ineos) ed Elisa Longo Borghini (Fiamme Oro), la sorpresa del valtellinese Davide Piganzoli (Eolo Kometa). E' questa l'estrema sintesi dei campionati italiani a crono che si sono svolti oggi a San Giovanni al Natisione, in Friuli. Dopo l'esordio di ieri, con le categorie Junior ed Allievi, si è così giunti al momento clou e lo spettacolo non è certo mancato con i protagonisti più attesi decisamente sugli scudi.

Per Ganna e Longo Borghini si tratta di una conferma delle attese, visti i loro palmares, mentre Piganzoli si era messo in evidenza all'ultimo Giro d'Italia Under 23, dove aveva chiuso al 10° posto.

Partendo con il racconto dalla gara maschile, Ganna ha corso alla sua maniera (media di 52,760 km/h) su un percorso velocissimo che lo ha visto sempre in testa. Per lui si tratta della terza maglia tricolore oltre alle 2 di campione del mondo. Molto bene anche Mattia Cattanieo (Quick Step), 2° a 36", che conferma di aver trovato un'ottima condizione per il Tour de France. Chiude 3° il sempre presente Edoardo Affini (Jumbo Visma), a 51". Giù dal podio il campione italiano uscente, Matto Sobrero (Bike Exchange), che è giunto a 56". Per lui, quello odierno, era evidentemente un percorso troppo esigente in cui era necessario saper sviluppare wattaggi elevati. Da segnalre il bel 5° posto di Filippo Baroncini che sembra così avviato al pieno recupero dopo l'infortunio di inizio stagione.

"Ci tenevo a questa maglia - le parole di Ganna reduce da uno stage in altura - e lo scorso anno, a Faenza, stavo preparando l'obiettivo olimpico e non potevo esere al top. Quest'anno invece il tricolore cade a una settimana dal'inizio del Tour de France, quindi la condizione è migliore. La sensazione è di essere in crescita ed anche al Giro del Delfinato ho avuto le risposte che volevo. Vediamo cosa succederà nei prossimi 30 giorni".

Rammarico, ma fino ad un certo punto, per Cattaneo: "Ho preso 36" in 35 km. Considerando che Pippo è il campione del mondo direi che si tratta di un ottimo risultato. Batterlo è quasi impossibile, ma sono felice per la mia condizione e spero di essermi guadagnato la convocazione per il Tour".

DONNE - Soddisfatta anche Elisa Longo Borghini che ha battuto Vittoria Guazzini per 32" e la grande protagonista di stagione, Marta Cavalli, a 50". Da segnalare che il podio è composto interamente da atlete delle Fiamme Oro. Per la piemontese si tratta del 6° titolo in carriera, il 3° consecutivo. Anche per lei, come per Ganna, una prova sempre al comando.

"Per me un successo difficile - racconta Elisa dopo il traguardo - ma un ottimo test in vista di Giro e Tour. Ora mi aspetta il tricolore in linea (a San Felice sul Panaro) dove sarò al servizio delle compagne, il tracciato non mi si addice. Al Giro invece andrò alla ricerca delle tappe, senza guardare la generale".

UNDER 23 - Per la corsa Under 23 invece Piganzoli, al suo primo titolo tricolore, una vittoria decisamente più sofferta ed ottenuta per soli 5" su Matteo Montefiori e il Bryan Olivo, a 22". Piganzoli, con questo successo, ha ulteriormente impreziosito la sua stagione dove aveva già saputo cogliere un successo in Spagna alla Vuelta Bidasoa. Piganzoli, classe 2002, è considerato uno scalatore essendo alto un 1,74m per poco più di 60kg. Nato a Morbegno, gareggia nella Eolo Kometa.

Da segnalare nella gara U23 che Manlio Moro, più volte azzurro, non è stato bene durante la prova e la sua performance ne ha risentivo. Caduta invece per Lorenzo Milesi, uno dei favoriti.

La corsa gode della copertura televisiva di Rai Sport e sarà trasmessa questa sera alle 22:40 per 50'. (pietro illarietti – federciclismo.it)


ORDINE D'ARRIVO Professionisti

1° Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)

km 35,600 in 40’29”10 media 52,760 km/h

2° Mattia Cattaneo (Quick Step Alpha Vinyl Team) a 36”58

3° Edoardo Affini (Jumbo Visma) a 50″09

4° Matteo Sobrero (BikeExchange Jayco) a 56″35

5° Filippo Baroncini (Trek Segafredo) a 1’34”27

6° Alessandro De Marchi (Israel Premier Tech) a 2’01”72

7° Antonio Tiberi (Trek Segafredo) a 2’10”87

8° Daniel Oss (Team TotalEnergies) a 3’01”57

9° Kevin Colleoni (BikeExchange Jayco) a 3’01”92

10° Samuele Rivi (Eolo Kometa) a 3’05”03


ORDINE D'ARRIVO Donne

1. Elisa Longo Borghini (Fiamme Oro) km in 46’31”02

2. Vittoria Guazzini (Fiamme Oro) a 32″85

3. Marta Cavalli (Fiamme Oro) a 1’02”50

4. Vittoria Bussi (Open Cycling Team) a 2’14”43

5. Arianna Fidanza (BikeExchange Jayco) a 2’23”72

6. Alessia Vigilia (Top Girls Fassa Bortolo) a 2’38”94

7. Elena Cecchini (Fiamme Azzurre) a 2’46”15

8. Maria Giulia Confalonieri (Fiamme Oro) a 2’46”87

9. Sofia Bertizzolo (Fiamme Oro) a 2’51”34

10. Cristina Tonetti (Top Girls Fassa Bortolo) a 3’35”42


ORDINE D'ARRIVO Under 23

1° Davide Piganzoli (Eolo Kometa)

km 35,600 in 44’03” media 47,85 km/h

2° Matteo Montefiori (Inemiliaromagna) a 5”79

3° Bryan Olivo (Cycling Team Friuli) a 21”93

4° Manlio Moro (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 57″78

5° Christian Bagatin (Carnovali Rime Sias) a 1’21”60

6° Simone Lucca (Sissio Team) a 1’37”20

7° Marco Trevisiol (Solme Olmo) a 2’28”08

8° Luca Collinelli (Inemiliaromagna) a 2’37”10

9° Diego Barriviera (Gaiaplast Bibanese) a 3’00”96

10° Matteo Marin (Pedale Scaligero) a 3’30”81



ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online