ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

IL RICORDO Ceruti raccontato da Subbrero

Pasturana (Alessandria) - martedì 31 marzo 2020 - «L'ultima volta l'ho sentito venti giorni or sono, come facevamo spesso, per un saluto telefonico e per informarlo sulla mia "vita" da sindaco, a cui teneva molto. La telefonata e' stata breve, interrotta da colpi di tosse. Due giorni dopo il covid-19 ha messo le radici e oggi si è portato via Giancarlo Ceruti, grande dirigente del ciclismo italiano, per me, prima di tutto, un grande amico».

Massimo Subbrero, sindaco di Pasturana e team manager di Overall Tre Colli, ricorda l'ex presidente della Federazione ciclistica italiana, dal 1997 al 2005, morto questa mattina all'ospedale di Crema. 67 anni, di Pianengo, "un uomo a tratti rude e testardo nei rapporti interpersonali, ma sincero e onesto e con un cuore grande. Tre lauree e alcuni libri pubblicati che raccontano espressioni umane dell'uomo corridore: la sua massima attenzione - ricorda ancora Subbrero - sempre rivolta alle categorie più deboli. Abbiamo condiviso battaglie per il ciclismo, era diventato uno di famiglia, c'è sempre stato nei momenti felici e difficili della mia vita".

Ceruti era molto legato alla provincia di Alessandria: presenza fissa al trofeo a Castelnuovo Scrivia, tappa del Bassa Valle Scrivia, spesso agli eventi di Overall e al Museo dei Campionissimi, il suo impegno era stato decisivo per convincere Nibali a donare la maglia rosa, "in una giornata indimenticabile, stracolma di folla".

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online