ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

CROSS - Il Giro d’Italia sbarca a Ladispoli: domenica la terza tappa

Ladispoli (Roma) - mercoledì 14 ottobre 2020 - Da est a ovest, dall’Adriatico al Tirreno, dalle Marche al Lazio. Il Giro d’Italia Ciclocross si sposta in orizzontale e sbarca a Ladispoli per la terza tappa della dodicesima edizione. Sarà infatti la cittadina di mare tanto amato dai romani ad ospitare, domenica 18 ottobre, l’evento nazionale sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e l’organizzazione del Team Bike Terenzi con la collaborazione dell’Asd Romano Scotti. Il percorso, completamente inedito, sarà svelato nelle prossime ore, ma è già certo che non ci saranno tratti di sabbia sul litorale.

La carovana rosa del Gic arriva dopo due tappe intense, ricche di spunti agonistici e soprattutto con una grande partecipazione di atleti, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, a dimostrazione della grande attenzione che il mondo del ciclismo sta dedicando al ciclocross, e al Giro d’Italia in particolare, nonostante la compresenza di tutte le altre discipline rassegne continentali comprese. La gara sarà anche valida per il circuito regionale Lazio Cross - Trofeo Romano Scotti.

« envenuti a Ladispoli, benvenuti sul litorale dei romani – saluta Claudio Terenzi, presidente del Team Bike Terenzi – il nostro team partecipa al Giro d’Italia Ciclocross da sempre e a tante altre competizioni in giro per lo Stivale. Per questo è un grandissimo motivo di vanto organizzare una tappa a livello nazionale, in primis per la storica amicizia con la famiglia Scotti, cui mi lega un rapporto che dura dalla nostra infanzia, e poi per la promozione del territorio e delle nostre belle speranze ciclistiche. L’impegno che ci stiamo mettendo è massimo e la cosa che mi piace rimarcare è che tutto il team, i famigliari e i ragazzi, si prodigano affinché questo carrozzone vada avanti, voglio dare meriti a loro che ci aiutano in maniera gratuita. In questa stagione il nostro organico agonistico si è arricchito di corridori del calibro di Loconsolo, Carrer e Brafa; c’è tanta attenzione da parte di atleti d’èlite per far parte del nostro team, anche questo è motivo di vanto. Ciò che conta è che continuiamo a fare enormi sacrifici per promuovere le gare e siamo certi che la terza tappa del Giro d’Italia Ciclocross resterà nei vostri ricordi».

LA PRESENTAZIONE – La conferenza stampa di presentazione si terrà sabato 17 ottobre, alle 18:00, nella biblioteca comunale “Peppino Impastato” di Ladispoli (in via Caltagirone, 4/A). È in fase di valutazione la capienza massima compatibile con le norme covid: non è escluso che l’ingresso possa essere limitato e venga disposta la prenotazione dei posti come già avvenuto per Corridonia. Maggiori dettagli nel prossimo comunicato stampa. In ogni caso è confermata la diretta streaming della presentazione, sulla pagina Facebook ufficiale del Giro d’Italia Ciclocross. Inoltre, diversamente dalla prassi consueta, i pass box e parcheggio, saranno consegnati il sabato pomeriggio presso la segreteria di gara, contestualmente al ritiro.

AL VIA ANCHE I MASTER – La pubblicazione del DPCM del 13 ottobre in materia di “ Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19” ha generato dubbi, nell’ampio plateau delle categorie master, circa la possibilità di prendere parte alle competizioni. Tuttavia, un’attenta lettura del decreto scongiura questa eventualità: i master saranno quindi regolarmente al via della terza tappa del Giro d’Italia Ciclocross.

All’articolo 1, comma 6, lettera g, si legge infatti: " Lo svolgimento degli sport di contatto [...] è consentito, da parte delle società professionistiche e - a livello sia agonistico che di base - dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal CONI [...] nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali. Il divieto per le competizioni a carattere amatoriale non va inteso secondo il significato che la Federazione Ciclistica Italiana assegna al termine “cicloamatore” o “master”, ma si riferisce agli incontri sportivi informali disputati senza l’egida di una federazione riconosciuta dal CONI, ovvero, giusto a titolo di esempio, i tornei di calcetto tra amici, le gare sociali o aziendali. Circa la questione pubblico, invece, qualora le società decidano di istituire un'area bianca, secondo protocollo Fci (definita facoltativa dal regolamento del GIC) è consentita la presenza di pubblico sino a un massimo del 15% della capienza massima dell'area dedicata (art. 1, comma 6, lettera e). (roberto ferrante)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online