ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

CONSIGLIO FEDERALE – Dagnoni: «Montichiari diventi centro preparazione olimpica»

L’Aquilalunedì 28 marzo 2022 - Nel fine settimana del 26 e 27 marzo la Federazione ha svolto il secondo Consiglio Federale del 2022 all’Aquila, per dimostrare ancora una volta la vicinanza agli sportivi ucraini e per ringraziare l’Abruzzo e il Comune, che si sono subito messi a disposizione per offrire ospitalità.

Ad accogliere il Consiglio, presso la sede della Regione Abruzzo nella giornata di sabato, erano presenti l'Assessore allo Sport Regione Guido Liris, l'assessore alle politiche sociali del Comune dell'Aquila Francesco Bignotti, e il presidente del Cr Abruzzo Mauro Marrone. Presente anche una rappresentanza delle Nazionali dell’Ucraina, guidata dal capo delegazione Sergiy Grechyn che, a nome della Federazione ucraina, ha ringraziato il Consiglio Federale e la Federazione per quanto fatto: “Poterci allenare tutti i giorni qui, vivere il calore della comunità dell’Aquila ci aiuta meglio a sopportare il dolore per quanto sta accadendo a casa nostra. Avete dato a molti dei nostri ragazzi la possibilità, anche se solo per un momento, di non pensare alla guerra. Grazie!”.

Nei saluti iniziali, prima dei lavori, l’assessore allo Sport regione Abruzzo Guido Liris ha detto: “L’Abruzzo è orgoglioso di ospitare il consiglio federale della FCI. Si è costruito un rapporto tra queste due istituzioni che mi auguro possa diventare sempre più stretto. Crediamo nei grandi eventi (quest’anno ospiteremo due tappe del Giro, tre ne abbiamo ospitate nel 2021) ma anche e soprattutto all’attività di base delle nostre società sportive, che rappresentano una ricchezza della regione. Siamo altrettanto orgogliosi di ospitare le Nazionali dell’Ucraina. L’Italia e il mondo, in occasione del terremoto, si mobilitarono per aiutarci; adesso vogliamo restituire quanto ricevuto facendo noi lo stesso con il popolo ucraino”.

Assessore politiche sociali comune dell’Aquila, Francesco Bignotti: “Porto i saluti della città dell’Aquila. Diamo sostegno non solo alle Nazionali dell’Ucraina ma anche a famiglie in difficoltà; lo sport e il ciclismo posso fare molto per il bene di una comunità. Ringraziamo la Federazione per averci voluto onorare con lo svolgimento di un Consiglio Federale qui".

Il presidente Cordiano Dagnoni: “La Federazione ringrazia la regione Abruzzo, l’assessore Liris e il comune dell’Aquila. La regione da tempo ha mostrato di essere vicina al nostro sport, mi viene in mente l’ospitalità costante ai raduni della nostra Nazionale di paraciclismo, che dimostra come sport e sociale, in questi luoghi, vivono la dimensione più autentica”.

Nelle dichiarazioni di apertura dei lavori del Consiglio, il presidente Dagnoni e il segretario Tolu hanno fatto il punto su alcuni temi caldi dell’attività, in particolare PNRR (stanziamento di fondi anche per l’impiantistica sportiva), coinvolgimento di nuovi sponsor (“ci sono interessamenti concreti da parte di diverse realtà anche per quanto riguarda la maglia azzurra”), situazione velodromi. Un passaggio particolare Cordiano Dagnoni l’ha dedicato la velodromo di Montichiari: “E’ nostra intenzione che diventi Centro federale di preparazione olimpica, stiamo interloquendo con Sport e Salute e con il Comune per rendere questo possibile. In generale devo rilevare che numerosi enti locali hanno manifestato il desiderio di realizzare piste coperte”.

Il massimo dirigente federale si è quindi soffermato sul rapporto con Sport e Salute: “Esiste un dialogo continuo e costruttivo sia per quanto riguarda Montichiari che per Spresiano. Hanno ben presente le nostre esigenze per quanto riguarda l'impiantistica per l'attività di alto livello”.

Proprio riguardo l’alto livello, il Consiglio è stato informato sull’incontro con l’Istituto di Scienza dello Sport del CONI: “C’è la disponibilità da parte del CONI di supportarci nella ricerca riguardo il miglioramento della performance, mettendo a disposizioni professionalità di alto livello e strutture per l’analisi della posizione”.

Presentata dal vicepresidente vicario Carmine Acquasanta la relazione del gruppo di lavoro per la determinazione dei criteri di valutazione necessari per la destinazione dei contributi straordinari ai comitati regionali: “I progetti che verranno finanziati saranno valutati in base ai criteri fondamentali del reclutamento e dell’organizzazione delle manifestazioni. Abbiamo valutato, nel fissare gli importi, il principio di valorizzare l’attività in modo equo”.

Si tratta, nel complesso, di una distribuzione di 200 mila euro, che verranno riconosciuti ai Comitati regionali in grado di realizzare progetti e iniziative che favoriscano la pratica. Gli importi destinati prevedono una parte fissa, uguale per tutti i comitati, e una legata al numero di tesserati. “La Federazione mantiene fede agli impegni – ha commentato il presidente Dagnoni – e aumenta i contributi per il territorio. Contributi, però, che vengono erogati in presenza di progetti concreti, in grado di favorire l’attività. Questo era il modello di lavoro concordato con i presidenti regionali che ci eravamo prefissati di realizzare all’inizio del mandato e che adesso trova una sua concreta realizzazione”.

Operata una importante semplificazione dei costi, nonché una necessaria rivalutazione, per l'accesso ai servizi di giustizia sportiva. Il Consiglio federale ha autorizzato il doppio tesseramento atleta-tecnico (solo per le categorie inferiori rispetto a quella in cui si corre) e atleta-guida cicloturistico sportiva. Questo al fine di favorire i percorsi di transizione di carriera.

Particolare attenzione, nello svolgimento dei lavori, all’attività giovanile. La Federazione aderisce, per il 2022, al Trofeo CONI. Inoltre riparte il Progetto Talento finalizzato alla valutazione degli atleti delle categorie agonistiche giovanili (esordienti e allievi di ambo i sessi) a livello territoriale. Un progetto che ha permesso negli anni scorsi di raccogliere importanti dati per la predisposizione di tabelle di riferimento per le categorie e di elaborare una formula per la determinazione indiretta delle capacità del singolo atleta. Il progetto prevede il coinvolgimento e la valorizzazione dei centri territoriali, il coinvolgimento delle scuole di ciclismo e una fase di analisi.

Assegnati, infine, i campionati italiani assoluti pista paralimpica alla AS Aurora ASD, a Parco delle Cascine, e gli assoluti Strada e Crono paralimpico a ASD Addesi Cycling, Avezzano. (antonio ungaro)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online