ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

GIRO U23 Bruttomesso infila la sesta e la prima maglia rosa

Photo@IsolaPress

Photo@IsolaPress

Photo@IsolaPress

Argenta (Ferrara)sabato 11 giugno 2022 - È Alberto Bruttomesso (Zalf Euromobil Désirée Fior) ad aggiudicarsi la prima tappa del 45° GIro d'Italia Giovani Under 23, Gradara - Riccione - Argenta, con la vittoria allo sprint sull'olandese Casper Van Uden (Development Team DSM) e sul danese Kasper Andersen (Hagens Berman Axeon).

Il veneto Bruttomesso, classe 2003, alla sesta vittoria stagionale, veste così anche la prima Maglia Rosa Suzuki di leader della classifica generale. Oltre alla Maglia Rosa Suzuki, il portacolori della Zalf Euromobil Désirée Fior è titolare anche delle maglie Rossa della Classifica a punti, Bianca dei Giovani, Combinata e Nero-Rosa ExtraGiro, riservata al miglior italiano in classifica generale.

CRONACA - Al via da Gradara (Pu), nelle Marche, 176 atleti in rappresentanza di 35 team (18 italiani e 17 stranieri), provenienti da 14 Paesi.

Tanti tentativi di fuga fin dal via, con cinque corridori ad avvantaggiarsi: Valter Ghigino (Hopplà-Petroli Firenze-Don Camillo), Emanuele Ansaloni (#inEmiliaRomagna Cycling Team), Marco Palomba (General Store), Gabriele Petrelli (CT Friuli), Owen Lightfoot (Zappi Racing Team).

Sono loro cinque a giocsarsi la prima maglia Blu GLS al GPM di San Clemente, con Ghigino a precedere Ansaloni e Petrelli.

L'azione prosegue, Lightfoot fora e così i quattro battistrada raggiungono un vantaggio massimo di 2'40" dopo 30 km.

Dopo circa 100 km di fuga, a 55 km dal traguardo, i fuggitivi vengono raggiunti. Il gruppo si divide in due tronconi, distacco massimo 14", ma torna presto compatto.

Ci riprova da solo Emanuele Ansaloni, che vive a 10 km dal traguardo di Argenta: vantaggio massimo 20", ma il gruppo torna sotto a 40 km dalla conclusione.

Non c'è più spazio per tentativi di fuga: la prima maglia Rosa Suzuki si assegna allo sprint, con il colpo in volata di Alberto Bruttomesso (Zalf Euromobil Désirée Fior).

IL VINCITORE - "Questa vittoria è qualcosa di speciale per me. Ci tenevo tanto a fare bene ma finchè non ho tagliato la linea del traguardo non ci credevo. E' incredibile poter vestire la maglia rosa, sono solo al primo anno tra gli Under 23 ma con la Zalf e con Gianni Faresin abbiamo svolto un'ottima preparazione che mi ha consentito di essere da subito competitivo anche in questa categoria. Oggi si realizza un obiettivo che assomigliava più ad un sogno e per il quale devo ringraziare tutta la squadra e la mia famiglia per avermi sempre supportato" ha spiegato dopo le premiazioni Alberto Bruttomesso.

"Il risultato di oggi ci consente di partire con il piede giusto e, soprattutto, ci permette di confermarci tra i migliori team del panorama internazionale. Siamo abituati a lavorare con i giovani, questa è la nostra missione da 40 anni, ma oggi Bruttomesso ha stupito tutti. Si tratta di un atleta non solo veloce ma capace di leggere al meglio ogni situazione di corsa. Ha una maturità che va oltre i suoi 18 anni e, insieme a tutta la squadra, è riuscito a scrivere questo splendido capolavoro" ha concluso il Team Manager, Luciano Rui.


PROSSIMA TAPPA

Domenica 12 giugno 2022: 2° tappa: Rossano Veneto (Vi) - Pinzolo (Tn)

Tappa di media montagna quella che conduce il gruppo a Pinzolo, in un percorso di 164 chilometri. La partenza è fissata da Rossano Veneto. Dopo la salita pedalabile di Vigolo Vattaro il gruppo lambisce l’abitato di Trento e di Cadine, attraversando una trentina di chilometri di salite pedalabili e discese in rapida successione. Il percorso raggiunge il suo punto più elevato (circa 670 metri s.l.m) con una serie di tornanti in rapida successione. Dallo scollinamento la carovana affronta la discesa verso Ponte Arche e l’abitato di Stenico, e, verso nord, del massiccio del Brenta. Sono sedici i chilometri da percorrere, per raggiungere la linea di arrivo, posta a Pinzolo. In rapida successione i corridori devono superare gli abitati di Villa Rendena, Bocenago, Pelugo, Spiazzo, Caderzone, fino ad arrivare alla già citata Pinzolo. (massimo marani)


ORDINE D'ARRIVO 1. tappa

1. Alberto Bruttomesso (Zalf Euromobil Désirée Fior)

km 164,900 in 3h47'38" media 43,462 km/h

2. Casper Van Uden (Development Team Dsm)

3. Kasper Andersen (Hagens Berman Axeon)

4. Gidas Umbri (Team Colpack Ballan)

5. Lorenzo Magli (Mastromarco Sensi FC Nibali)

6. Leslie Luhrs (Team Lotto - Kern Haus)

7. Sean Flynn (Tudor Pro Cycling Team)

8. Kevin Bonaldo (Team Qhubeka)

9. Filippo Dignani (Work Service Group Vitalcare Vega)

10. Pierre-Pascal Keup (Team Lotto - Kern Haus)


CLASSIFICA GENERALE

1. Alberto Bruttomesso (Zalf Euromobil Désirée Fior)

2. Casper Van Uden (Development Team DSM) a 4”

3. Kasper Andersen (Hagens Berman Axeon) a 6”

4. Gidas Umbri (Team Colpack Ballan) a 10”

5. Lorenzo Magli (Mastromarco Sensi FC Nibali)

6. Leslie Luhrs (Team Lotto - Kern Haus)

7. Sean Flynn (Tudor Pro Cycling Team)

8. Kevin Bonaldo (Team Qhubeka)

9. Filippo Dignani (Work Service Group Vitalcare Vega)

10. Pierre-Pascal Keup (Team Lotto - Kern Haus)

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online