ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

MTB Europei: Lecomte batte Ferrand Prevot. Berta decima

photo@ Sprint Cycling Agency

photo@ Sprint Cycling Agency

Monaco di Baviera (Germania)sabato 20 agosto 2022 - Dominio francese ai Campionati Europei di Monaco nella specialità XCO femminile. Loana Lecomte (1h28’04”) batte Pauline Ferrand Prevot, a 37”, e l’olandese Anne Tepstra, a 3’08”. Fuori dal podio Jolanda Neff a 3’33”. La migliore delle azzurre è Martina Berta, 10^ sul traguardo a 5’45”.

Una gara, quella che assegnava il titolo continentale all’Olympiapark, battuta con insistenza dalla pioggia e condizionata da un guasto tecnico, a metà gara, che ha registrato il sorpasso di Lecomte su Prevot. Quest’ultima ha armeggiato a lungo prima di riuscire a rimettere la catena sulla guarnitura. Sicuramente il fango non ha agevolato l’operazione ed il gap accumulato le è costato l’oro.

LE AZZURRE: come anticipato, la migliore delle azzurre è Martina Berta. La 24enne valdostana si piazza al 10° posto, con un distacco di 5’45””. Giorgia Marchet è invece 21^, a 9’:26”. Caduta per Greta Seiwald, che è stata portata in ospedale per accertamenti, anche se la situazione non pare essere preoccupante.

 “Speravo in qualcosa di meglio – racconta l’azzurra Berta (al 2° anno nella categoria Elite) subito dopo il traguardo – ma è stata una giornata difficile con la pioggia dall’inizio. Era complicato rimanere in sella. Una top 10 che regala morale in vista della prossima settimana quando ci sarà il Mondiale”.

Sulle rivali: “Le francesi erano di un altro livello. Loro hanno scelto di saltare le prove di Coppa del Mondo e concentrarsi su Europei e Mondiali ed oggi sono state premiate. Comunque ora guardiamo al prossimo impegno, ogni gara è una storia diversa e conto di migliorare”.

 

CRONACA: si è corso in una giornata con temperature attorno ai 20° e condizioni meteo avverse. Già dal primo giro Ferrant Prevot si è messa a fare il forcing con l’azzurra Berta a ridosso del podio, in 4^ posizione. 18^ Seiwald e 27^ Marchet.

La prima parte è un duello di coppie con Lecomte – Prevot, per la Francia, e Jolanda Neff con Alessandra Keller, per la Svizzera. Il terreno pesante costringe, nei tratti in salita, anche alcune atlete a scendere di sella e spingere la bici. Berta scivola poi in 7^ piazza con un distacco comunque che non sale sopra i 30”.

Il colpo di scena a metà gara quando Ferrand Prevot incappa in un guasto meccanico e viene passata dalla connazionale Lecomte che guadagna 50”. 3^ la Neff. Nel frattempo l’azzurra Martina Berta è 7^ a 2’20”. Nella seconda parte di gara le posizioni di testa si consolidano, cambia solo la terza piazza con Neff che scende dal podio a favore di Tepstra.

Questo gruppo, con l’aggiunta di Luca Braidot, sarà nei prossimi giorni a Les Gets, in Francia, per il Mondiale. A questo gruppo si aggiungono U23 e Junior.

 

ORA LA STRADA: si è così chiusa la prova di Mtb ed ora tocca alle ragazze della strada. Domattina partenza alle 11:30 da Landsberg (arrivo previsto intorno alle ore 15). Il ct Paolo Sangalli prevede un duello Italia – Olanda, come da tradizione negli ultimi anni.

 “Cercheremo di affrontare una gara attenta – le parole del ct – in caso di arrivo allo sprint la favorita è Lorena Wiebes, giovane talento classe 1999 – per questa ragione dovremo saper cogliere le opportunità che la corsa offre. Il nostro faro è Elisa Balsamo, ma abbiamo diverse soluzioni nel nostro arco. Le ragazze stanno bene e contiamo nella forza del gruppo”.

I possibili scenari. “Ci saranno 2 situazioni. Quelli che lavoreranno per arrivare allo sprint, come le olandesi, e quelli che cercheranno soluzioni diverse”.

Le azzurre hanno pedalato per un paio d’ore trovando pioggia. Motivata Elisa Balsamo che per l’occasione ha sfoggiato il nuovo body di campionessa del mondo prodotto da Castelli. “Indossare l’azzurro è sempre un’emozione speciale. Vengo da un’annata intensa e ricca che mi ha regalato tante soddisfazioni. Dopo il Tour de France ho riposato e ritrovato smalto”.

Alcune considerazioni sulla gara: “La prima parte è ondulata e potrebbe favorire le fughe. Il finale invece si presenta tecnico e cittadino”.

Balsamo aggiunge: “Inizio a sentire che i giorni in maglia iridata potrebbero presto finire ed è una sensazione strana. Ci batteremo per portare a casa anche questa maglia, sarebbe un altro sogno che si realizza”. (pietro Ilarietti – federciclismo.it)


CLASSIFICA:

1. Loana Lecomte (Francia) 1h28’04”

2. Pauline Ferrand-Prevot (Francia) a 37”

3. Anne Terpstra (Olanda) a 3’08”

4. Jolanda Neff (Svizzera) a 3’33”

5. Caroline Bohé (Danimarca) a 4’29”

6. Alessandra Keller (Svizzera) a 5’07”

7. Sina Frei (Svizzera) a 5’18”

8. Malene Degn (Danimarca) a 5’25”

9. Linda Indergand (Svizzera) a 5’40”

10. Martina Berta (Italia) a 5’45”

21. Giorgia Marchet a 9’26”

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online