ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::

GIOVANILI Esperia Piasco festeggia i 50 anni di storia sui pedali


Piasco (Cuneo) mercoledì 19 ottobre 2022 – Una giornata di festa a coronamento di una stagione speciale. Il Velo Club Esperia Piasco si è riunito con i propri sostenitori sabato scorso, 15 ottobre, per i grandi festeggiamenti del cinquantenario.  Cornice dell’evento il centro di Piasco, paesino di 2000 abitanti della Val Varaita ormai denominato “capitale ciclistica giovanile piemontese” per l’ardore ciclistico e la mole di atleti e manifestazioni organizzate che non ha eguali, presso il padiglione delle Feste di Piazza Biandrate si sono contante quasi 300 presenze per ricordare ed onorare 50 anni di storia sui pedali a tinte blu-arancio.

Era il 1972 quando un gruppo di sportivi, di ritorno dal famoso Mondiale di Gap vinto da Marino Basso su Franco Bitossi,  si ritrovò alla trattoria Monatera di Fedele Tranchero per ridare un nuovo impulso all’ambiente giovanile di Piasco. Il primo presidente fu Jacques Tranchero in un organigramma completato da Franco Cavallo (vicepresidente), Eugenio Marone (direttore sportivo), Giuseppe Monge (segretario) e da tanti volenterosi consiglieri come Giovanni, Ermanno e Pierino Rinaudo, Giovanni e Davide Monge, Mario Gastaldi, Giovanni e Dante Garnero, Giovanni Tallone, Giuseppe Silvestro, Francesco Sasia, Virgilio Mattio, Ezio Carpani, Ezio Viviano, Bruno Salvatico.

La categoria giovanile esordì il 1° maggio 1973 a Mondovì nella prova inaugurale delle selezioni provinciali dei Giochi della Gioventù. La prima formazione era composta da Guido e Paolo Mattio, Paolo Olivero, Giovanni Villar ed Enrico Barra, che colse la prima vittoria delle maglie blu-orange.

Da li un continuo crescendo di tesserati e di organizzazioni: In cinquant’anni di storia sono circa 1470 gli atleti che hanno vestito la storica maglia arancio-blu piaschese con 3240 vittorie complessive di cui ben 184 conquistate nel 2011, la stagione dei record che vide il sodalizio piaschese vincere 147 volte tra i giovanissimi, 21 tra gli esordienti e le donne, 6 con gli allievi e 9 con gli juniores.

In tempi recenti un’altra stagione indimenticabile è il 2019, anno i cui il team allievi conquistò ben 17 vittorie (tra cui il prestigioso Tour de l’Ain in Francia), laureandosi campione italiano di società.

Tantissimi gli atleti Esperia che si sono distinti a livello regionale e nazionale. Tra questi, Davide Perona, Florido Barale, Matteo Draperi, Filippo Bertone e Jacopo Mosca sono arrivati sino al professionismo con quest’ultimo ancora in piena attività nel Team World Tour della Trek Segafredo. Anche a livello femminile si può segnalare la partecipazione nella crescita di Daniela Magnetto, arrivata a medaglie europee e mondiali su pista.

Nella storia Esperia un capitolo importante è sempre stato rappresentato dall’attività organizzativa. In cinquant’anni sono ben 576 le gare organizzate dal sodalizio piaschese, di cui 14 allestite quest’anno, culminate con l’organizzazione dei campionati italiani juniores maschili e femminili su strada in quel di Cherasco nello scorso mese di luglio. 

Tutto ciò è stato riassunto in una serata di festa che è iniziata con la premiazione degli atleti che hanno gareggiato in questa stagione, applauditi anche dalle tante autorità che hanno fatto sentire la propria vicinanza alla società. Franco Graglia, Vice Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, ha confermato le qualità di alto livello del team organizzativo visto da vicino per i tricolori junior. Anche Paolo Bongioanni, Consigliere Regionale del Piemonte, ha rimarcato la bontà di quanto fatto in questi anni attraverso lo sport a livello sociale; parole riprese da Rocco Pulitanò che ha ricordato come il ciclismo sia vettore importante per la promozione del territorio, in un’area legata a doppio filo alla bicicletta come quella dell’ ATL del Cuneese.

Essendo una festa di compleanno non potevano mancare i regali, ed è stato il grande Italo Zilioli a portare un dono d’inestimato valore: il presidente onorario ha voluto omaggiare l’Esperia donando il Trofeo vinto al Campionato di Zurigo del 1966. Altro campione presente in sala era Samuele Manfredi, che ha raccontato i proprio progetti futuri ricordando le gesta sportive compiute proprio nelle gare organizzate dall’Esperia Piasco, con vittorie che lo lanciarono tra i migliori allievi d’Italia.

Non erano presenti in sala ma hanno fatto arrivare la propria vicinanza tramite un video messaggio altre due persone di spicco legate all’Esperia. Elisa Balsamo, che vanta anche origini piaschesi, si è congratulata per l’anniversario in collegamento da Parigi dove era impegnata per i Mondiali su Pista. E poi Elisa Isoardi, volto noto della TV, che ha gareggiato da giovanissima con la maglia dell’Esperia e mantiene sempre un legame e particolare attenzione verso le attività svolte dalla squadra.

Era presente anche il Comitato Regionale FCI piemontese guidato da Massimo Rosso, accompagnato dai collaboratori e dallo staff tecnico che ha lavorato in sinergia per l’organizzazione dei campionati italiani. Insieme a loro ha fatto sentire la propria vicinanza anche l’ex presidente Rocco Marchegiano, legato da una profonda amicizia e stima alla società di Piasco, ha ricordato anche la sana rivalità sportiva condivisa in tante gare corse  affrontate da avversari. Ed a propositio di sana competizione, durante la serata si è svolta la premiazione della “Challange Esperia 50°”, classifica volta  a premiare la formazione più partecipativa nelle gare organizzate in questa stagione dall’Esperia. Nelle 14 gare messe a calendario si sono contati oltre 900 presenze suddivise in 150 squadre; tra queste ha primeggiato la Vigor Cycling Team, formazione che ha sede proprio a Piasco. Silvio Mattio e Cirlincione Salvatore hanno ricordato le battaglie sportive tra Vigor ed Esperia, dei veri proprio “derby” sentiti in maniera passionale a Piasco, ma anche lo spirito di collaborazione nel portare avanti l’attività giovanile in tutta l’Italia da entrambe le società partendo dallo stesso piccolo paese, che non ha eguali.

Così come è unica la maglietta celebrativa realizzata per questi festeggiamenti: su uno sfondo arancio, a ricordo della prima divisa, capeggia la cifra dei 50 anni composta dai nomi di tutti coloro che sono stati tesserati per l’Esperia. Un bellissimo modo per omaggiare le persone che hanno composto, una pedalata dopo l’altra, mezzo secolo di storia sui pedali. Tra queste non poteva mancare un commosso ricordo di tutti quegli atleti e dirigenti che osservano le gare da lassù, in  modo particolare Paolo Salvatico, figlio del Presidente Bruno e fratello del Tecnico Regionale Elisa, ad un anno dalla scomparsa.

ShoppyDoo Confronta prezzi e modelli per il tuo shopping online