ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::
 
 

24/05/2007

DOPING - Zabel: Ho usato Epo nel 1996. Idem Holm e Aldag che si dimette dalla T-Mobile

Bonn (Germania) - giovedì 24 maggio - Erik Zabel, il quarto e più quotato corridore Telekom confessa l’uso di Epo. Il mondo del ciclismo tedesco è sotto shock: crollato mesi fa il mito di Ullrich, il cui sangue è stato trovato tra le famigerate provette del dotto Fuentes (ma Ullrich non ha mai ammesso alcuna responsabilità), ora è Zabel, Herr Sanremo, ad ammettere esplicitamente di avere fatto uso di Epo nel 1996, quando militava nella Telekom. Altri suoi tre compagni di squadra di allora (Dietz, Henn e Bolts) avevano fatto in questi giorni la stessa ammissione.
Attualmente alla Milram (la squadra di Petacchi) e impegnato nel Giro di Catalogna, Zabel ha parlato in conferenza stampa visibilmente emozionato: “Ho assunto Epo nel 1996, ma ho smesso dopo una settimana a causa degli effetti secondari. E’ stata la mia sola esperienza col doping di tutta la mia carriera”. Trentasei anni portati magnificamente, il velocista tedesco è stato argento nel 2006 al campionato del mondo.
Zabel ha confessato durante una conferenza stampa organizzata a Bonn dalla T-Mobile, in cui militava fino allo scorso anno, squadra erede della Telekom degli anni Novanta. Nella stessa conferenza stampa ha ammesso l’uso di doping anche Rolf Aldag, attuale manager della squadra ed ex compagno di squadra degli altri “rei confessi”, che ha detto di essersi dopato dal 1995 al 2002. E si è dimesso.
La famigerata eritropoietina (Epo) è una glicoproteina con peso molecolare 30.400 dalton ed è l'ormone che stimola l'eritropoiesi, regolando la produzione dei globuli rossi.

Nelle ultime ore anche il danese Brian Holm, ex corridore della Telekom, ha confessato di aver fatto uso di Epo nel 1996. ''Nessuno mi ha fatto pressioni, è stata una mia decisione. Devo rimproverare solo me stesso'', dice al quotidiano Politiken l'attuale direttore sportivo della T-Mobile. Holm è il sesto ex atleta della Telekom ad ammettere l'uso di prodotti dopanti. Prima di lui, hanno confessato Bert Dietz, Christian Henn, Udo Boelts, Rolf Aldag e Erik Zabel.