ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::
 
 

10/08/2007

DOPING - Fanini accusa: Preparazione losca per Liquigas e Diquigiovanni. Replica: Accuse diffamatorie

Venerdì 10 agosto 2007 - Ancora il doping fa discutere nel ciclismo. Il patron della formazione Amore e Vita, Ivano Fanini, ha attaccato i team Liquigas e Diquigiovanni Selle Italia a suo pareri colpevoli di aver effettuato delle "losche preparazioni" prima delle rispettive vittorie nella Classica di San Sebastian e nel Giro dell'Appennino. "MI devono spiegare - ha detto in una nota - perché i loro corridori in momenti così problematici per il ciclismo hanno preparato tali vittorie tra Livigno e Saint Moritz completamente vestiti di nero a lutto, bici compresa e senza nemmeno una scritta per non essere riconosciuti".
REPLICHE - Liquigas e Diquigiovanni-Selle Italia hanno replicato alle denunce di Ivano Fanini, patron del team Amore e Vita-McDonald che aveva parlato di "losche preparazioni" per le formazioni di Paolo Dal Lago e Gianni Savio. "In relazione alle affermazioni del signor Ivano Fanini, a oggi prive di qualsiasi riscontro oggettivo - recita una nota del team - Liquigas Sport si impegna a verificare eventuali violazioni commesse da proppri tesserati al regolamento interno". Il team di Dal Lago ha quindi spiegato che le accuse di Fanini "appaiono generiche e diffamatorie e saranno valutate dall'ufficio legale della società che, se lo riterrà opportuno, non esiterà ad assumere gli opportuni provvedimenti". Duro anche il patron della Diquigiovanni-Selle Italia, Gianni Savio, ha parlato di dichiarazioni "gravemente diffamatorie".