ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::
 
 

21/05/2010

DOPING - Epo, otto anni a Szczepaniak. Col sospeso

Losanna (Svizzera) - venerdì 21 maggio 2010 - Il campione del mondo Under 23, il polacco Pawel Szczepaniak, è stato squalificato per otto anni per la positività all'Epo. Mentre il fratello Kacper, argento all’ultimo mondiale, per la metà del tempo. Il declassamento dei due polacchi permette al francese Arnaud Jouffroy di ricevere il titolo mondiale disputato lo scorso 30 gennaio a Tabor in Repubblica Ceka, a belga Tom Meeusen l’argento e al polacco Marek Konwa il bronzo.
L'Uci ha anche annunciato la sospensione provvisoria del 24enne Alessandro Colo (Isd), positivo ad un anabolizzante (clenbutérol in un campione di urine) lo scorso 25 aprile al Giro del Messico. Stesso provvedimento è stato preso per un altro 24enne, il francese Mickaël Larpe (Roubaix-Lille Métropole) dopo il controllo positivo all’Epo ricombinante nelle urine, effettuato dall’agenzia francese Afld alla Cholet-Pays de Loire il 20 marzo. I due corridori dovranno essere convocati e giudicati dalle competenti commissioni delle rispettive federazioni nazionali. Entrambi possono chiedere le controanalisi.
Queste le sanzioni, squalifica e ammenda, annunciate dall'Uci:
Thomas Dekker (Ola): 2 anni
Mikel Astarloza (Spa): 2 anni e 154.570 euro
Hector Guerra (Spa): 2 anni e 35.000 euro
Gabriele Bosisio (Ita): 2 anni e 9.625 euro
Kacper Szczepaniak (Pol): 4 annu e 1.680 euro
Pawel Szczepaniak (Pol): 8 anni e 750 euro
Alberto Fernandez de la Puebla (Spa): 2 anni e 42.000 euro