ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::
 
 

06/06/2012

DOPING Granfondo: due anni a Fioretti, la Procura deferisce Chaburka e Beconcini, chiesti 2 anni

Roma - mercoledì 6 giugno 2012 - L’Ufficio Procura Antidoping ha disposto i seguenti provvedimenti:
Deferimento dell’atleta Anatoli Chaburka (Ente di Promozione Acsi Udace) al Tribunale Nazionale Antidoping del Coni per la positività all'Eripotropoietina ricombinante riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000 a Stella (Sv) in data 15 aprile 2012 al termine della gara “19° Edizione del Fondo Internazionale Gepin Olmo”, con richiesta di 2 anni di squalifica.
Deferimento dell’atleta Andrea Beconcini (Ente di Promozione Acsi Udace) al Tribunale Nazionale Antidoping del Coni per la positività per presenza di Nesp (Darbepoetina alfa), riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000 a Stella (Sv), il 15 aprile 2012 al termine della “19esima Edizione del Fondo Internazionale Gepin Olmo”, con richiesta di 2 anni di squalifica.
Deferimento di Santo Anzà (soggetto non tesserato) al Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per il riconoscimento della responsabilità in ordine alla violazione degli artt. 2.2. e 2.6. del Codice WADA sulla base degli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Massa con richiesta di 2 anni di inibizione a tesserarsi e/o a rivestire in futuro cariche o incarichi in seno al Coni, alle Fsn, alle Dsa o agli Eps ovvero a frequentare in Italia gli impianti sportivi, gli spazi destinati agli Atleti ed al personale addetto ovvero a prendere parte alle manifestazioni od eventi sportivi che si tengono sul territorio nazionale o sono organizzati dai predetti enti sportivi.
E’ stata richiesta, allo stato degli atti, l’archiviazione del procedimento disciplinare istruito nei confronti del Sig. Simone Sguerri (soggetto non tesserato) al Tribunale Nazionale Antidoping del Coni a seguito delle attività di indagine svolte sulla base degli atti pervenuti a questa Procura.

PROVVEDIMENTI DEL TNA
Il Tribunale Nazionale Antidoping, nei procedimenti disciplinari riuniti a carico di Luca Fioretti, dichiara l’atleta responsabile e lo condanna a 2 anni di squalifica, con decorrenza dal 6/6/2012 e scadenza al 5/4/2014, tenuto conto del presofferto. Condanna altresì l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfettariamente in euro 1.200,00. Dispone che la presente decisione sia  comunicata all’interessato, all’UPA, alla WADA, all’ACSI-UDACE e alla Società di appartenenza all’epoca dei fatti.

Il Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare riunito a carico dell’atleta Valentino Carriero, dichiara l’atleta responsabile e lo condanna a 2 mesi di squalifica, con decorrenza dal 17/04/2012 e scadenza al 16/06/2012. Condanna altresì l’atleta al pagamento delle spese del procedimento quantificate forfettariamente in euro 300,00. Dispone che la presente decisione sia comunicata all’interessato, all’UPA, alla WADA, all’ACSI-UDACE e alla Società di appartenenza all’epoca dei fatti.

Il TNA, infine, nel procedimento disciplinare a carico dell’atleta Simone Sguerri, vista la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura Antidoping del CONI, riunito in camera di consiglio, inaudita altera parte, ritenuta necessaria l’audizione di Tabani Sabrina, rappresentante dell’UDACE, al fine di accertare se i fatti riferiti nella seconda parte del rapporto a sua firma inviato dalla Procura Antidoping siano stati percepiti dalla stessa direttamente o riferiti da altri; ritenuta inoltre l’opportunità di richiedere alla WADA una interpretazione chiarificatrice al fine di stabilire se il divieto di partecipare alle attività sportive durante il periodo di squalifica deve limitarsi alle partecipazioni ufficiali o anche a partecipazioni di fatto o indirette senza formale iscrizione alla gara, rimette gli atti alla Procura al fine di compiere gli atti sopra indicati.