ULTIM'ORA
   email: password:
   Registrati Password dimenticata?

:: ultimo video :: archivio video ::
 
 

14/11/2005

DOPING - Heras attende le controanalisi e si difende: Sono innocente e pretendo rispetto

Madrid (Spagna) - lunedì 14 novembre 2005 - Positivo all'Epo secondo i test effettuati alla fine della ventesima tappa dell'ultima Vuelta di Spagna, Roberto Heras attende con fiducia le controanalisi, previste per il 21 novembre, e intanto si proclama innocente. «Sono innocente e non mi è stata data la possibilità di difendermi», ha detto il ciclista spagnolo al quotidiano Marca. «Si tratta di una vicenda molto difficile da affrontare, molto penosa, ma per fortuna ho dalla mia parte il sostegno della gente». Heras ammette di trovarsi «nel peggior momento» della sua carriera ed ha affidato la sua difesa ad un avvocato specialista. Intanto, Heras, chiede «un pò più di rispetto». «La gente - ha detto lo spagnolo - deve continuare a credere che il ciclismo è pulito e non c'è bisogno di imbrogliare. Io posso dire di avere sempre lavorato duro e che non ho mai avuto bisogno di doparmi per raggiungere i traguardi che ho raggiunto».